Via Ponte Romano 25 - 11027 Saint-Vincent AO

+39 0166 518179

Hotel Miramonti

Prenota ora la tua vacanza

Miglior tariffa garantita

Servizi

Mini Bar
Servizio Bar
Area Bimbi
Ascensore
Parcheggio
Deposito sci
wifi

Hotel Miramonti

Nel cuore di Saint Vincent

L’hotel Miramonti sorge al centro di Saint Vincent, conosciuta come la “Riviera delle Alpi”. Lo stile classico da “grand hotel” è mitigato da armonici inserimenti moderni e funzionali, per un ambiente accogliente e spazioso. Le ampie sale comuni, realizzate con materiali di pregio, offrono inoltre vedute mozzafiato sulla valle e sui monti.

Una vacanza all’insegna di benessere e cultura

Meta di personaggi illustri fin dai primi dell’800, Saint Vincent è il luogo ideale per concedersi una vacanza rigenerante, immersi nelle bellezze della natura. Il clima mite, il ricco patrimonio naturalistico e la presenza di testimonianze storiche ed artistiche di pregio sono un invito costante alla scoperta di un territorio generoso e vario.

La posizione strategica dell’albergo è ideale per chi vuol godere delle bellezze della montagna senza rinunciare a storia, arte, cultura e tipicità.

Intrattenimento e relax sulle Alpi

La stazione turistica di Saint Vincent gode di particolare pregio grazie alla presenza del Casinò de la Valleè, il più grande e prestigioso d’Europa, che attira ogni anno migliaia di turisti desiderosi di vivere un’esperienza unica nel suo genere. Per gli amanti del relax e del benessere, non può mancare invece una visita all’antico complesso termale Fons Salutis, che fin dai primi dell’800 è una meta ambita per ristorare il corpo e lo spirito.

L’accoglienza cordiale dello staff e la buona cucina offerta dall’albergo completano l’esperienza, per un soggiorno davvero perfetto.

Cosa fare nelle vicinanze

Col de Joux

Il colle di Joux è un passo boscoso che collega Saint-Vincent con il comune di Brusson e rappresenta una suggestiva via alternativa, rispetto alla strada che sale da Verrès, per raggiungere la Val d’Ayas. Il percorso costeggia frazioni caratteristiche e attraversa boschi ricchi di fascino.

Terme di Saint Vincent

Le terme godono di una cornice naturalistica e paesaggistica del tutto unica ed irripetibile. Passando da una piscina coperta ad una scoperta e da un massaggio ad una cura di bellezza, si ha infatti la possibilità di ammirare uno dei più suggestivi scorci della Valle d'Aosta.

Chiesa Romanica di san Vincenzo

Edificata dai Benedettini nell’XI secolo, in stile romanico, la chiesa sorge sulle strutture di un edificio romano. L’interno è di grande effetto per il contrasto netto tra la sobrietà dell’ambiente e la ricchezza della decorazione pittorica della zona dell’abside.

Casino de la Valleè

Il Casino de la Vallée è una delle case da gioco più grandi e prestigiose d’Europa. Immersa nella cornice di Saint-Vincent e circondata da quattro fra le più alte montagne d’Europa, la struttura si contraddistingue per la sua posizione privilegiata nel cuore della Valle d’Aosta.

Rascard della valle d’Ayas

La Val d’Ayas è una delle tre località italiane in cui sono presenti i rascard, edifici in legno tipici dell’arco alpino adibiti alla conservazione dei cereali al riparo dall’umidità. Queste costruzioni costellano tutta la valle e ne rappresentano l’aspetto più caratteristico.

Museo mineralogico

Il Museo conta circa 750 minerali, di cui gran parte provenienti dalle montagne vicine a Saint-Vincent. I pezzi più belli e rari provengono da miniere d’oro, di ferro, di magnetite e di amianto oggi dismesse. Molto interessanti i quarzi purissimi, i granati e rarissime vesuviane locali.

Castello di Fènis

Il castello di Fénis è uno dei più famosi manieri medievali della Valle d'Aosta. Noto per la sua architettura scenografica, con la doppia cinta muraria merlata che racchiude l'edificio centrale e le numerose torri, il castello è una delle maggiori attrazioni turistiche della Valle.

Castello di Sarre

Il castello di Sarre sorge poco oltre l’imbocco per la valle di Cogne. Risalente al XIII secolo, venne completamente ricostruito nel 1710 da Giovanni Francesco Ferrod. L’allestimento attuale permette di rivivere alcuni tra i momenti di importanti della storia dei Reali d’Italia.

Castello Avise

Costruito alla fine del ‘400 da Bonifacio d‘Avise, il castello è costituito da un fabbricato di tre piani fiancheggiato da una torre quadrangolare. Oggi ristrutturato e visitabile, è utilizzato per eventi e mostre temporanee.

Castello Sarriod de la Tour

Situato in una zona pianeggiante che termina a strapiombo sulla Dora Baltea, circondato da alberi di mele che al momento della fioritura danno un aspetto fiabesco al complesso, il maniero risale nella sua parte più antica ai secoli XI e XII.

Forte di Bard

Il Forte di Bard è un'imponente opera di sbarramento, eretta all'imbocco della Valle d'Aosta. L'attuale fortificazione venne costruita tra il 1830 e il 1838 sulle rovine di un precedente castello, distrutto nel 1800 dalle truppe di Napoleone.

Castello di Cly

Il castello di Cly, costruito su di un picco roccioso a strapiombo, sfrutta la naturale vocazione difensiva del sito. La necessità di controllare e proteggere le terre coltivate e gli abitati vicini è alla base dell’insediamento fortificato.

Castello di Verres

Il castello di Verrès domina l’antico borgo dall’alto di un promontorio di roccia alla sinistra del torrente Evançon. Il castello, a differenza di altri forti valdostani chiusi da una cinta di mura, si presenta come un blocco compatto dal carattere prettamente militare.

Castello di Issogne

Il castello conserva i caratteri di una elegante e raffinata dimora signorile della fine del Quattrocento. Oggi si presenta con alcuni elementi dell‘originale mobilia e altri arredi rifatti alla fine dell’Ottocento.

Porta Pretoria - Aosta

Situata nella parte orientale delle mura, era l’accesso principale alla città di Augusta Praetoria, edificata nel 25 a.C.. Era dotata di tre aperture, ancor oggi visibili: quella centrale per i carri e quelle laterali per i pedoni. L’area all’interno delle aperture era utilizzata come cortile d’armi.

Arco di Augusto - Aosta

L’arco, che si caratterizza per la sua imponenza, è a un solo fornice a tutto sesto, largo metri 8,29 come la strada che lo attraversava. I pilastri che lo fiancheggiano presentano ai quattro angoli semicolonne sormontate da capitelli corinzi, tipiche del tardo periodo repubblicano.

Teatro romano - Aosta

La sola facciata attualmente visibile è quella meridionale, alta ben 22 metri, caratterizzata da una serie di contrafforti e di arcate. Ben visibili sono pure le gradinate che ospitavano gli spettatori, l’orchestra ed il muro di scena, un tempo ornato di colonne, di marmi e di statue.

Criptoportico forense - Aosta

Il Criptoportico forense è una monumentale costruzione che delimitava un‘area sacra dedicata al culto. Si tratta di un edificio seminterrato dalla forma a ferro di cavallo quadrangolare, costituito da un doppio corridoio finemente intonacato e illuminato da finestre a bocca di lupo.